Sogni: perché ci svegliamo angosciati, piangendo, urlando o ridendo?

I sogni parlano di noi e ci danno informazioni molto preziose per riflettere sulle nostre ombre: quelle parti oscure o traumi nascosti che non vogliamo toccare — e a volte seppelliamo tutta la nostra vita — ma che possono emergono nel nostro corpo attraverso una malattia se non li lavoriamo e li integriamo. Ci danno anche informazioni su talenti e potenziali che possiamo sviluppare.

Analizzare i sogni è importante per il nostro benessere poiché possiamo usarli come base per capire meglio cosa dicono di noi e avviare un profondo percorso di conoscenza di sé. sebbene il onirologiaattraverso l’eredità di Carlo JungÈ una scienza ancora in fase di sviluppo. gli specialisti del settore assicurano che i sogni sono la base per comprendere e curare molti problemi di salute mentale e della nostra quotidianità.

Maddalena Demariauna delle più grandi esperte in materia in Argentina, si emoziona quando parla dei benefici della sua pratica e racconta come ha scoperto la sua vocazione per l’analisi dei sogni.

La sua storia inizia quando aveva 28 anni e scoprì che stava per essere inaugurato il Centro di Studi Onirologici, guidato dal dottore in psicologia Jorge Sergio. Dopo aver completato questa formazione, ha studiato psicologia junghiana presso il CG Jung Institute di Zurigo e da allora si è dedicato alla materia.

In che modo l’analisi dei sogni ha influenzato la tua vita?

-Ricordo ancora quella magia che ho percepito nella prima classe di Jorge che finì per essere il mio terapeuta e insegnante per molti anni. Per la prima volta ho sentito di aver trovato il mio posto e che ora sarei stato in grado di capire tutte quelle informazioni che apparivano nei miei incubi e non mi lasciavano dormire. Ho smesso di prendere i sonniferi e non avevo più paura di andare a letto.

-Come possiamo analizzare i nostri sogni?

– Consiglio la lettura del libro di Jung “L’uomo ei suoi simboli”, in particolare il capitolo Approccio all’inconscio” (l’edizione con immagini) ei due libri di Jorge Sergio: Cosa sono i sogni e Teorema dei sogni. Quando ti svegli, scrivi ogni giorno i tuoi sogni su un taccuino. Scrivi ciò che ricordiamo senza rimuovere o aggiungere nulla e inizia a riflettere sul suo contenuto. Chiedendo perché e per cosa il sogno mi presenta l’ambientazione o la configurazione degli elementi in quel modo, che si tratti di persone, luoghi, colori e talvolta anche odori. Cioè, tutto ciò che fa parte del sogno. Qualche volta ci svegliamo angosciati, piangiamo, urliamo o ridiamo ma non conserviamo alcuna immagine di ciò che ha causato quell’emozione. Tutto ciò ha una spiegazione onirica molto complessa e importante.

Perché alcune persone non ricordano i loro sogni e altri sì? Per cos’è questo?

Tutti sogniamo, anche se non sempre riusciamo a ricordare. I motivi possono essere vari ma generalmente sono associati a un meccanismo di rimozione: non voler sapere cosa sta succedendo dentro di me. A volte, può essere che la persona sia troppo collegata all’esterno e la sua interiorità rimanga su un altro piano, o che non possa simbolizzare a causa di gravi traumi.

Ma penso che Non ci sono regole generali ed è necessario analizzare ogni caso particolare. Se una persona viene a trovarmi perché non può sognare, devo prestare attenzione a ciò che sta accadendo in quel mondo di quella persona unica che mi rende ancora incapace di ricordare i suoi sogni.

A volte non possiamo sognare perché non raggiungiamo il livello di profondità del sonno REM e sta cominciando anche ad accadere siamo così connessi alla tecnologia che rende difficile non solo ricordare i sogni, ma anche prestare loro attenzione e scrivili. Il problema è che quando smettiamo di prestare attenzione a ciò che ci accade dentro, lo proiettiamo su un altro – una persona o un oggetto – e siamo estraneo a noi stessi. Smettiamo di visualizzare e integrare la nostra ombra.

Demaría consiglia di scrivere i sogni su un taccuino non appena ci svegliamo. David Fernandez/AFV

-Perché è importante prestare attenzione ai sogni di persecuzione che sono così comuni?

– Il contenuto è fondamentale. Per esempio, se ho un sogno in cui una persona mi sta inseguendo, l’esercizio principale sarebbe quello di prendere un taccuino e annotarlo: Quali cose mi piacciono di quella persona e quali no? Cosa provo o non mi identifico con lei? Cosa mi porta che non riesco a vedere? Va chiarito che l’ombra non sempre parla di contenuto negativo, ma può essere anche delle nostre potenzialità che non abbiamo sviluppato. E questo ci allena a un lavoro di integrazione e discriminazione. La cosa più difficile è fare questo processo quando sogniamo persone che odiamo. La cosa più importante sta nell’iniziare un lungo e noioso processo di ritirare più volte le proiezioni e, come ci ricorda Jung, poter “calpestare un terreno solido così” e non volare via.

Cosa rappresentano gli incubi?

Rappresentano un contenuto inconscio che è dentro di noi che ci sfida a reagire, in modo che vediamo cosa sta cercando di dirci con quel contenuto., quella sensazione o emozione. Quello che ci succede con loro è che molte volte diventano un circolo vizioso perché abbiamo così paura del contenuto del sogno che diventa sempre più difficile per noi affrontarlo. Maggiore è la paura, più chiudiamo l’accesso a quel contenuto e il “coagulo” diventa sempre più grande. Possiamo anche avere incubi quando la coscienza insiste nel fare qualcosa che va contro il nostro stesso essere o la nostra stessa essenza. L’incubo inizia a placarsi quando iniziamo a prestargli attenzione, a capirlo o semplicemente a fargli posto scrivendolo. E questi piccoli grandi movimenti iniziano ad avere effetti omeopatici sul nostro essere.

-Una delle funzioni principali dei sogni è l’autocompensazione e l’autoregolazione.

– Tendiamo ad essere polarizzati e i sogni cercano di compensarlo per raggiungere un maggiore equilibrio psichico. Pertanto, se sono troppo incline in una posizione, l’inconscio ci mostrerà l’altro lato che generalmente non ci piace o lo troveremo una sfida. Anche se è qualcosa di benefico per il nostro essere.

-Quali sono i sogni più negativi?

– Il sogni di volo – dove la persona vola nella stratosfera – che tendono a dare piacere e quella sensazione di libertà. Sono generalmente sogni negativi perché mostrano evitamento. Sembra che stiamo bene ma in realtà siamo disconnessi da qualcosa. Ecco perché quando seguiamo da vicino per diversi giorni o settimane, dietro i sogni di fuga ci sono sogni di persecuzione.

Quando sogni di non poter correre o che le tue gambe sono pesanti, questi sogni sono molto positivi perché mostrano che c’è qualcosa dentro di noi che ci sta costringendo. a disagio per noi smettere di scappare, fare una svolta ed essere in grado di vedere e affrontare ciò che ci sta inseguendo. Il cambiamento radicale che genera nelle persone è impressionante. Altri sogni negativi sono quelli in cui sogniamo di bloccare e/o chiudere porte o finestre poiché queste implicano la chiusura di un contenuto che sta cercando di venire in superficie.

-I sogni guidano, insegnano e guariscono… secondo Jorge Sergio.

Jung ci ricorda che ciò che ha appreso sull’essenza umana è stato insegnato dai sogni. L’atteggiamento che prendo di fronte al sogno persecutorio è il processo di maggior guarigione. Quell’atteggiamento di dire: Non scappo più. Accetta che se ho questo sogno, è ciò di cui ho bisogno in questo momento.

Le raccomandazioni dello specialista per conoscere il linguaggio dei sogni
Le raccomandazioni dello specialista per conoscere il linguaggio dei sogniDavid Fernandez/AFV

– Che consiglio puoi dare per imparare ad ascoltare il linguaggio dei sogni?

La prima domanda da porsi è: hanno un posto nella mia vita? Gli do importanza? Hai un significato o qualcosa da offrirmi? Se posso dire di sì a una di queste domande, dovrei iniziare a scriverle su un taccuino. E inizio a riflettere sul contenuto, ad aprirmi alla possibilità di pensare a qualcosa a cui non avevo pensato fino ad ora. Mi chiedo anche se ho un sogno che non potrei mai dimenticare. Vale a dire, quei sogni ricorrenti, dove la mia interiorità insiste su un tema. È importante notare che questa medicina naturale è accessibile a tutti se corriamo il rischio di assumerla.

-In che modo i sogni aiutano il benessere delle persone?

-Più spazio li facciamo nella nostra vita, più siamo integrati. E questo che sembra minore —smettere di vivere frammentato e disintegrato— È molto più importante e più profondo di quanto sembri. Quando comincio a incorporare nella mia vita ciò che accade nel mio inconscio, si genera una circolazione che prima non c’era, che gradualmente lenisce e guarisce le nostre ferite. I sogni comprendono anche una dimensione spirituale e anche collettivo (che abbraccia la società) ed essere in contatto con la nostra spiritualità è essenziale per il nostro benessere come individui e come comunità.

Add Comment