Platinum Awards 2022: Carmen Maura è stata premiata per la sua carriera ed El Reino è stata la serie scelta dal pubblico

Carmen Maura durante la conferenza stampa all’Intercontinental di Madrid

“Non avrei mai pensato di arrivare così lontano, né ho pensato troppo alle cose, penso che il mio angelo custode abbia preso le decisioni per me”. Come chi agisce d’istinto, ma anche con vocazione e soprattutto, con un angelo, carmen maura ha riassunto parte della sua brillante carriera in un incontro con la stampa prima di essere distinto con il Platino d’Onore al gala che si terrà domani sera a Madrid. Nello stesso evento, la serie argentina El Reino ha conquistato i premi del pubblico, aggiudicandosi i premi per la migliore serie, la migliore attrice (Mercedes Moran) e miglior attore (cinese Darin).

L’incontro si è svolto nella Sala Albéniz dell’Hotel Intercontinental, in un auditorium fiancheggiato da colonne di marmo su ciascun lato e cinque lampadari di cristallo disposti simmetricamente. Il palcoscenico non poteva essere un altro per ricevere con gli onori una delle grandi attrici del suo tempo. Juan Carlos Arciniegasgiornalista della CNN in spagnolo e ambasciatore del Premi di platino, officiato come moderatore in un convegno dal colore spiccatamente latino. In quella partita che ha subito festeggiato, Maura ha ripercorso la sua carriera, e in ogni momento ha mostrato la sua gratitudine nei confronti della professione.

“Ero bravo quando ero piccolo, non mi costava nessuno sforzo pensare di essere qualcun altro. La fotocamera è speciale, fa metà del lavoro per te”, ha assicurato, pur deplorando che il suo lavoro in America Latina non abbia avuto la ripercussione che avrebbe voluto e ha azzardato che un evento come i Platino Awards possa collaborare affinché i titoli viaggino più frequentemente su entrambe le sponde dell’Atlantico: “ È un peccato, ho fatto film così belli, e così diversi, in Costa Rica, Messico, Colombia, Brasile, Uruguay o Argentina, che sono luoghi in cui ho vissuto momenti meravigliosi”. Passando per il nostro Paese, ha ricordato Enrique Pinti, che ha definito il suo grande amico argentino, suo compagno nel cast di Arregui, la notizia del giorno.

Carmen Maura ed Enrique Cerezo, presidente esecutivo dei Platino Awards
Carmen Maura ed Enrique Cerezo, presidente esecutivo dei Platino Awards

Carmen ha attraversato l’incontro tra l’emozione di una persona che vive la sua stessa vita e l’umorismo acido tipico di un’attrice dai comprovati trucchi per la commedia. “Ho sbagliato molte volte, soprattutto quando ho selezionato gli uomini”, ha sottolineato in modo autocritico. Come la star che è, ha gestito i propri tempi con deliziose digressioni che hanno permesso di comprendere l’intimità del suo lavoro. Ad esempio, alcune rivelazioni sulla sua relazione a zig zag con Pedro Almodóvar. “Ci siamo fatti molto del bene l’uno per l’altro. Siamo diventati amici, mi ha accompagnato da Puerta del Sol a casa mia nel quartiere di Salamanca, e ha inventato storie”, ha ricordato, prima di ringraziarla per aver creduto in lei nel suo ruolo in Cosa ho fatto per meritarmi questo.

Da domani il Platinum of Honor avrà un posto privilegiato nella sua ampia vetrina. L’attrice riceverà la testimonianza del messicano diego lunache l’ha ottenuto nell’ultima cerimonia tenutasi nel 2021. Nelle precedenti edizioni artisti come Raffaello (2019), Adriana Barraza (2018), Edward James Olmos (2017), Ricardo Darin (2016), Antonio Bandera (2015) e Sonia Braga (2014).

María Barranco, Antonio Banderas, Carmen Maura e Julieta Serrano in
María Barranco, Antonio Banderas, Carmen Maura e Julieta Serrano in “Donne sull’orlo di un esaurimento nervoso”

Una vita da film. Carmen Maura è nata nel 1945 a Madrid e, dopo essersi laureata in Lettere francesi e aver studiato Filosofia e Letteratura alla Scuola Superiore Nazionale di Belle Arti di Parigi, ha iniziato a recitare al Teatro Español Universitario per dedicarsi alla recitazione alla fine degli anni ’50. anni settanta

È stato il primo con Fanculo… fanculo… fanculo Tim! e poi con Pepi, Luci, Bom e altre ragazze del lotto quando il nome di Carmen Maura sarebbe legato a quello di Pedro Almodóvar, regista con cui all’epoca collaborava regolarmente, diventando la prima “ragazza Almodóvar”. Sotto gli ordini del Manchego ha recitato Nell’oscurità, Cosa ho fatto per meritarmi questo!, torero, La legge del desiderio e Donne sull’orlo di un attacco nervosoun film che farebbe guadagnare ad Almodóvar la sua prima nomination all’Oscar e con cui l’attrice ha vinto il Premio Goya e il Premio Félix agli European Film Awards.

Presenteranno Paz Vega, Carmen Maura e Edward James Olmos
Paz Vega, Carmen Maura e Edward James Olmos presenteranno “Chasing Wonders” (EFE/Arclight Films)

Gli anni ’90 hanno segnato il consacrazione definitiva per l’attrice in tutto il mondo, recitando in film come Sì Carmela!a partire dal Carlos Saura, che gli sarebbe valso due premi Goya e Félix. L’interprete ha iniziato a partecipare a film europei, con cui ha condiviso un cast Giulietta Binoche in Alice e Martino di André Téchine e fece anche suo prime incursioni nel cinema iberoamericano con il nastro messicano la cometa o il film cileno L’entusiasmo.

Negli anni 2000, Maura avrebbe recitato Comunitànastro tenuto Alessio de la Iglesia che gli sarebbe valso il suo terzo premio Goya e la Silver Shell al Festival di San Sebastian. Già installata in modo permanente sulla scena mondiale, ha recitato nel francese silenzio concordatocon cui ha lavorato Gerard DepardieuArgentina sogno di san valentinol’israeliano Zona libera accanto a una giovane donna Natalie Portman o l’americano tetraa partire dal Francis Ford Coppola.

Carmen Maura e Penelope Cruz dentro
Carmen Maura e Penelope Cruz in “Back”

Nel 2006 quando, dopo quasi due decennilavorerà di nuovo con Pedro Almodóvar in Ritorno condividere il cast con Penélope Cruz, Chus Lampreave, Lola Dueñas o Blanca Portillo. La riunione dell’attrice e del regista farebbe guadagnare al regista de La Mancha l’Oscar, mentre il suo cast femminile, tra cui Maura, vincerebbe il Palma d’oro al Festival di Cannesottenendo anche il quarto Goya per l’attrice.

Negli ultimi anni, la sua proiezione internazionale, mettendo in evidenza il suo lavoro nel film brasiliano Venezial’australiano Inseguendo meravigliela miniserie americana Tuo onore protagonista Bryan Cranston e la produzione messicana Qualcuno deve morire. E per questo 2022, la prima di Arcobalenoun nuovo film di Paco León e la serie argentina Limbo… finché non decidi tu a partire dal Mariano Cohn e Gaston Duprat.

Mercedes Morán ha ringraziato il premio pubblico per la migliore attrice
Mercedes Morán ha ringraziato il premio pubblico per la migliore attrice

Il Regno dalle persone. Mercedes Moran Y Claudia Piñeiro ha seguito con attenzione il riconoscimento per Maura dalla prima fila. Gli argentini sono nominati come attrice e autrice per la serie Il Regno, ottimo candidato a vincere tutti i premi della sua categoria. Per ora hanno già al loro attivo quello del pubblico, che li ha scelti rispetto ai concorrenti, merito che è arrivato anche al Darino cinese come miglior attore.

L’attrice che interpreta l’ossessione Elena Vazquez Pena Ha espresso la sua eccitazione nel condividere il gala con Maura e ha condiviso la sua gioia per le elezioni. “Trovo molto divertente che il pubblico abbia scelto un personaggio dal galà dell’eroina e demolisce il mito secondo cui il pubblico vuole vedere solo determinati tipi di personaggi”, ha analizzato.

Da parte sua, la scrittrice ha evidenziato il coautore Marcelo Pineyro, che ha definito “l’alma mater” del progetto, e ha ringraziato il pubblico per l’apertura alla discussione. “Il pubblico ci ha premiato oggi e lo aveva già fatto prima. Questa serie ha infranto la barriera dell’intrattenimento. Per giorni si parlava solo di gente Il Regnoma non dalla serie e dalle brillanti interpretazioni, ma ha aperto un dibattito fruttuoso per qualsiasi società: ci fa pensare a chi ci comanda e a chi ci governa”.

Nella categoria film, Pedro Almodóvar ha vinto per Madri Paralleleche aveva anche Penelope Cruz come attrice protagonista. Nel frattempo, il pubblico ha scelto Javier Bardem come miglior attore per il suo ruolo in Il buon modello.

CONTINUA A LEGGERE:

Platinum Awards 2022: le nomination argentine per la cerimonia che Lali Espósito condurrà domenica a Madrid
La curiosa coincidenza di La China Suárez ai Platinum Awards: ha giocato a calcio in uno stadio chiamato Wanda
Platinum Awards: tutte le nomination per la grande celebrazione della narrativa iberoamericana

Add Comment