Inizio lezioni: come mettere insieme una sana alimentazione per i ragazzi | cibo sano per i bambini

Ammettiamolo: le vacanze sono finite. Lo sanno le migliaia di studenti della Città e della provincia di Mendoza e questo lunedì, anticipando il resto dei distretti del Paese, ha ripopolato le aule delle scuole e ripreso la routine scolastica, arrugginita dopo il relax estivo e dopo aver trascorso gli ultimi due anni come un pendolo: oscillando tra classi virtuali, miste e faccia a facciasecondo gli alti e bassi della pandemia.

L’atteso “ritorno a scuola” con un faccia a faccia completocome era prima dello scoppio del coronavirus, porta con sé tutta una serie di obblighi che riguardano sia gli studenti che il loro ambiente familiare. Mattinieri, colazioni di corsa e preparazione di merende e pasti per pause e pranzi Questi sono alcuni dei compiti più ingombranti che devono svolgere padri e madri e che, sommati alle solite occupazioni, spesso fanno sì che le opzioni che appaiono più “a portata di mano” siano anche le meno salutari.

Tuttavia, È possibile progettare in breve tempo uno schema di colazione e pranzo per la settimana e che, inoltre, sia attraente e salutare per i ragazzi? Se possibile. Per questo, Marisol Diaz, nutrizionista (MN 2723/MP 232), spiega quali prodotti non possono mancare nella dieta scolastica dei ragazzi e in quelle da evitare.

Cibo “vero” e non ultra-elaborato

Succede in quasi tutte le famiglie: molte volte, per mancanza di tempo o per alzarsi all’ultimo momento, i ragazzi saltano la colazione a casa e arrivano a scuola con la pancia vuota. Così, finiscono per prendere biscotti o soldi per comprare qualcosa da mangiare a scuola. Cosa fare quando siamo in fuga e non c’è altra scelta che “cadere” nel chiosco della scuola?

“In questi casi, la raccomandazione più importante è che -se la scuola offre opzioni di acquisto- che i ragazzi scelgano cibi che non arrivano in confezioni, che non siano ultra-lavorati”, spiega lo specialista. Un frutto o una porzione di noci è la migliore alternativa.

Consapevole che la maggior parte delle scuole non vende cibo sano nei propri chioschi, Díaz chiarisce che quando i bambini hanno un carico di lavoro part-time”Inoltre non è necessario che portino sempre con sé denaro o snack da consumare a scuola”, poiché “se il bambino consuma quattro pasti al giorno, non ha bisogno di spuntini extra. Più che altro perché le opzioni presentate loro non sono salutari”.

Per i giorni in cui manca un po’ di tempo per cucinare a casa, consiglia Díaz preparare degli spuntini semplici e salutari. “Puoi preparare budini fatti in casa, muffin con frutta, biscotti di farina d’avena fatti in casa, panini al formaggio con pane integrale e pomodoro o popcorn fatti in casa”, elenca.

Pasti nutrienti per la settimana scolastica

Colazioni veloci e salutari

Sì, una colazione a base di latte al cioccolato e una manciata di biscotti ripieni di cioccolato è un’opzione veloce quando il tempo stringe e rischi di fare tardi a scuola o al lavoro. Ovviamente la praticità di questa colazione è inversamente proporzionale alla sua qualità nutrizionale. Quali alternative sane e semplici ci sono per sostituirlo? “Se non c’è tempo a casa o se il ragazzo ha difficoltà a fare colazione, possono essere offerti loro un frutto e mandare uno spuntino salutare a scuola per completarlocome quelli che ho citato prima (noci, budini o biscotti fatti in casa, ecc.)”, afferma il nutrizionista.

Quando c’è la possibilità di fare colazione a casa in tranquillità, Díaz accenna a una gamma di possibilità molto più ampia. Alcuni molto semplici e altri più elaborati: “Puoi fare le tortillas di farina d’avena fatte in casa, con l’uovo, la banana (con acqua o latte). Puoi anche mangiare fette di pane integrale e aggiungere la pasta di arachidi o una fetta di formaggio magro. o una ciotola di frutta fresca e noci”.

Bevande salutari

Tutti possono essere accompagnati con il latte, senza zuccheri o cacao aggiunti, oppure con uno yogurt magro (se è fatto in casa, è meglio) o con frullati fatti in casa con latte o yogurt. I ragazzi più grandi, già adolescenti, possono consumare infusi, senza zucchero né dolcificanti.

“Ci rimane sempre l’idea che le colazioni e gli spuntini debbano essere dolci e i pranzi e le cene salati, ma in realtà ci sono altri alimenti che possono essere inclusi nella colazione e nella merenda e che sono salutari, come le verdure e le uova”, sottolinea e conclude che “pian piano bisogna cominciare a condurre le famiglie, e non solo i bambini, verso un’alimentazione sana, più vera e ultra elaborata”.

“Cibi” da evitare

Seguendo la massima del “cibo senza imballaggio”, è facile individuare cosa non dovrebbe essere incluso nella colazione o messo negli zaini dei bambini. Sebbene le pubblicità o la loro confezione affermino che sono salutari, È conveniente escludere dalla dieta abituale i seguenti gruppi di alimenti:

-Biscotti industrializzati, sia dolci che salati.

-Dolci: torroni, alfajores e anche barrette di cereali.

-Spuntini: patatine fritte, bastoncini salati, chizitos.

Nel caso delle bevande, dovresti evitare bibite, acque aromatizzate, succhi e succhi che vengono preparati in buste. Anche le sue versioni leggere non sono consigliate o senza zucchero.

Quelli che non possono mancare

D’altra parte, a colazione a casa o durante le pause scolastiche, si consiglia la frutta (banane e mele sono facili da trasportare), porzioni di frutta secca o biscotti e budini preparati in casa. Una bottiglia d’acqua è l’opzione migliore per dissetarsi.

10 idee per una colazione e uno spuntino ricchi e sani

Per aiutare le famiglie a organizzare la loro dieta, lo specialista ha preparato una varietà di colazioni e spuntini sani e attraenti:

1. Latte scremato o yogurt fatto in casa senza zuccheri aggiunti. Pane integrale. Uovo strapazzato più fette di avocado e pomodoro

2. Infuso senza zuccheri aggiunti/latte scremato. Pane integrale con pasta di arachidi. Frutta fresca

3. Yogurt fatto in casa o magro senza zuccheri aggiunti. Frutta fresca tagliata. Una manciata di mandorle.

4. Frullato di frutta fatto in casa con latte o yogurt. Sandwich di pane integrale con pomodoro e avocado.

5. Latte senza zuccheri aggiunti. Biscotti di farina d’avena, banana e cocco grattugiato

6. Infuso senza zuccheri aggiunti/latte scremato. Panino integrale con pomodoro e formaggio magro

7. Scremare il latte senza zucchero. Farina d’avena, banana e uovo

8. Yogurt fatto in casa o senza grassi. semi di chia Frutti rossi o frutta fresca. Noci

9. Frullato di frutta fatto in casa. Brownie ai fagioli o biscotti alle verdure

10. Latte scremato senza zucchero, con cacao amaro. Ciotola con frutta fresca, noci e fiocchi d’avena

Idee per colazioni e spuntini salutari

7 snack sani e ricette da portare a scuola

Per la merenda a scuola puoi preparare:

uno. Frutta fresca: Mela, banana, uva, fragole o pomodorini

Due. Noccioline (mandorle, castagne, nocciole, noci)

3. pop corn fatti in casa (1 tazza), semi di zucca o girasole, prugne o bucce disidratate

Quattro. 1 fetta di formaggio o 1 bicchiere di yogurt magro o 1 uovo

5. 1 fetta di budino o pan di spagna fatto in casa o 1 muffin alle mele fatto in casa

6. 1 piccola frittella di farina d’avena e banana (1 uovo o 2 albumi, 3 cucchiai di farina d’avena o integrale, latte o acqua e 1 banana piccola molto matura: mescolare il tutto e mettere in una padella di teflon molto calda con un po’ d’olio. Ne escono 6 piccole frittelle)

7. Due o tre biscotti di farina d’avena fatti in casa (Banana stramatura, farina d’avena, cocco grattugiato, mescolare il tutto, fare i biscotti e disporre su una teglia foderata di carta da forno e cuocere per 10-15 minuti per lato)

Consiglio del Ministero della Salute per la preparazione e la conservazione degli alimenti

Il Ministero della Salute e ANMAT hanno sviluppato una serie di raccomandazioni per la preparazione dei pasti scolastici:

· Lavaggio delle mani: sia per chi prepara la pappa, sia per il bambino prima di mangiare. Usa sempre acqua e sapone sicuri e strofina i palmi delle mani insieme per formare una schiuma ricca. Non dimenticare di lavare anche entrambi i lati delle mani, tra le dita, intorno ai pollici e sotto le unghie. Il processo dovrebbe richiedere almeno 20 secondi.

· pulizia della cucina: per preparare i cibi è fondamentale mantenere l’igiene della cucina e degli utensili, che vanno lavati con detersivo per togliere grasso e sporco, e risciacquati con abbondante acqua. Nel caso di superfici, per completare la pulizia possono essere ripassate con un panno imbevuto di acqua candeggina.

· Igiene dell’imballaggio: tutti i contenitori utilizzati per il trasporto e la conservazione degli alimenti (contenitori ermetici, lunch box, thermos e anche i refrigeranti utilizzati per mantenere la temperatura) vanno lavati quotidianamente con acqua calda e detersivo.

· preparazione del cibo: Gli alimenti che fanno parte di una confezione devono essere conservati a temperature di sicurezza (inferiore a 5º e superiore a 60º) e protetti dalla contaminazione. Per questo, devono essere collocati in contenitori adeguati, come contenitori di plastica o sacchetti sigillati ermeticamente. Non utilizzare i sacchetti del supermercato per la conservazione.

· Conservazione: una volta preparati e sistemati negli appositi contenitori, l’ideale è riporli in un portapranzo con isolamento termico. Gli alimenti deperibili non devono essere esposti a temperatura ambiente per più di 2 ore, poiché esiste il rischio di crescita batterica. Per preservarli, vengono utilizzati i refrigeranti che vengono inseriti nelle scatole del pranzo. Le bevande congelate poste tra i contenitori per alimenti possono aiutare a mantenere le temperature adeguate.

Evita di tenerli caldi insieme ad altri che dovrebbero rimanere freddi, come il pomodoro o lo yogurt.

· Refrigerazione: Se nella scuola non c’è il frigorifero, possono essere portati solo gli alimenti che non necessitano di refrigerazione. Quelli che possono rimanere a temperatura ambiente sono: pane, biscotti, cereali e barrette di cereali, noci, arachidi, mandorle e semi, frutta secca, latte confezionato in cartoni non aperti, frutta intera (mela, banana, mandarino, ecc.), popcorn, bevande confezionate non aperte.

.

Add Comment