Bill Murray ha parlato per la prima volta dell’accusa di “comportamento improprio” sul set di Being Mortal

Il 20 aprile è stato annunciato che il film Essere mortalediretto da Aziz Ansari, ha interrotto le riprese dopo a Denuncia per “comportamento improprio” sul set. Sebbene all’inizio non fosse chiaro chi fosse l’imputato, ore dopo si seppe che lo era Bill Murray. Questo sabato, l’attore ha parlato per la prima volta sull’argomento e ha cercato di alleggerire il conflitto, Ha assicurato che ha solo cercato di “fare il divertente” e che attualmente è in trattative con la donna che ha presentato la denuncia per cercare di raggiungere un accordo e riprendere le riprese..

In un’intervista concessa alla rete CNBC, l’attore ha assicurato che il conflitto è iniziato per una “differenza di opinioni” con la donna che ha finito per denunciarlo. “Ho fatto qualcosa che pensavo fosse divertente, e non è stata presa in quel modo”., assicurato. E mentre ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli su quello che è successo sul set, ha detto di aver passato l’intera settimana a riflettere.

“D’ora in poi stiamo parlando e stiamo cercando di fare pace l’uno con l’altro”ha assicurato l’attore. E ha aggiunto: “Siamo entrambi professionisti. Penso che ci piaccia il modo in cui lavora l’altro… E se non possiamo davvero andare d’accordo e fidarci l’uno dell’altro, non ha senso continuare a lavorare insieme o fare il film. Per me è stato un intero processo educativo”.

“Il mondo di oggi è molto diverso dalla mia infanzia. Sai, quello che ho sempre pensato fosse divertente quando ero un ragazzino non è necessariamente divertente ora. Le cose cambiano e i tempi cambiano, quindi è importante per me capirlo”.ha affermato.

Per quanto riguarda il suo comportamento e la possibilità di riconsiderare i suoi errori, Murray ha spiegato: “Non voglio essere un cane triste che non può più imparare”. Inoltre, ha indicato che la risoluzione che lo renderebbe “più felice” è che sia lui che la donna che lo ha denunciato per comportamento inappropriato possono tornare sul set, fidarsi l’uno dell’altro e lavorare insieme, anche se ha indicato di capire che “il più rilevante È ciò che lei pensa sia il migliore”.

La denuncia è stata resa pubblica dopo una dichiarazione del produttore luce di ricerca che era destinato a tutte le persone coinvolte nel film, che ha già girato metà delle sue scene. Come riportato da Variety, lo studio ha inviato una lettera al cast e alla troupe informandoli che le riprese erano state sospese a causa di un reclamo non specificato. “Alla fine della scorsa settimana, siamo venuti a conoscenza di un reclamo e abbiamo immediatamente indagato”, hanno detto.

I media, nel frattempo, ne sono stati informati l’interruzione della produzione non è stata correlata ai contagi da Covid-19. Fonti legate alla produzione hanno anche fatto sapere che la denuncia non era destinata ad Ansari o Seth Rogen, gli altri due protagonisti del film.

In quella nota, lo studio ha osservato: “Siamo veramente grati a tutti voi per tutto ciò che avete messo in questo progetto. La nostra speranza è di riprendere la produzione e stiamo lavorando con Aziz e il produttore Youree Henley per determinare quando tornerà sul set. La produzione si metterà in contatto con te per condividere i dettagli sul ritorno e ti faremo sapere non appena avremo maggiori informazioni da condividere”. Immagini del faro ha rifiutato di commentare alla stampa sull’indagine.

Il film è basato sul libro di saggistica di Atul Gawande Essere mortali: medicina e ciò che conta alla fine. Gawande, un chirurgo praticante, tocca nel suo libro argomenti come l’invecchiamento, l’ansia dei pazienti per la morte e la tendenza dei medici a ricorrere alla falsa speranza. Attraverso riflessioni e storie personali, il libro dà uno sguardo ai limiti e ai fallimenti della medicina moderna nei momenti postumi della vita.

Ansari, che ha creato la serie Netflix Maestro di Nessuno, interpreta quattro ruoli nel film: attore, sceneggiatore, regista e produttore. Prima che la denuncia fosse resa nota e si decidesse di interrompere le riprese, luce di ricerca previsto la prima di Essere mortale entro il 2023. Quando è emerso che le riprese del film erano state sospese, in molti hanno puntato gli occhi su Ansari, che si è preso una pausa dalla sua carriera dopo che nel 2018 gli erano state mosse accuse di abusi sessuali. È possibile che per questo il studio ha deciso di chiarire che non era coinvolto nella denuncia.

Sebbene la natura della denuncia contro Murray sia sconosciuta, questo non è il primo scandalo in cui è stato coinvolto sul set di un film. Durante il primo film gli angeli di Charliedal 2000, Lucy Liu ha vissuto momenti di estrema tensione con l’attore sul set.

Nonostante il fatto che quello che è successo tra loro fosse un segreto di Pulcinella, l’attrice solo l’anno scorso ha fatto riferimento pubblicamente all’episodio. In tal modo, ha definito il comportamento di Murray “imperdonabile e inaccettabile”. “Ci siamo presi il fine settimana per rielaborare quella scena particolare e Bill Murray non è potuto venire perché doveva partecipare a una riunione di famiglia”, ha spiegato. Hanno solo reso la scena più fluida (…). Vorrebbe avere più a che fare con [la reescritura]ma non l’ho fatto perché ero l’ultimo a entrare nel cast, e probabilmente all’epoca avevo il minor privilegio, in termini di coinvolgimento creativo”. Gli eccentrici Tenenbaum gli ha detto in particolare, ha confermato che l’interprete ha iniziato a “lanciargli insulti” dopo aver appreso delle riscritture.

Add Comment